• Advertisement

come misurare l'impedenza di un cavo coassiale?

Dove discutere di Elettronica/Elettrotecnica
  • Advertisement

come misurare l'impedenza di un cavo coassiale?

Messaggioda maxmix69 » 4 luglio 2013, 11:59

Come da oggetto ho questa necessità. Volevo fare il furbo ed applicare la formula Z=Sqrt(L/C) quindi ho misurato per prova la capacità di un metro di RG59, ho misurato l'induttanza dello stesso metro di cavo ed il risultato non ha nulla a che vedere con i 75 Ohm che dovrebbero essere. Stessa cosa con un metro di cavo per antenna TV.
Precisazioni: la misura di capacità e quella di induttanza sono state fatte a frequenza di circa 1Khz con multimetri comuni, ma due capacimetri e due induttanzimetri davano praticamente gli stessi valori, quindi escludo errori di misura.
Cosa mi sfugge?
maxmix69
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 30 gennaio 2013, 21:03

Advertisement

Re: come misurare l'impedenza di un cavo coassiale?

Messaggioda FrancoGual » 4 luglio 2013, 14:58

Io sapevo che si chiama impedenza "caratteristica" e non nominale quella dei cavi .
Se non erro NE fece qualcosa ma usava mettere una resistenza in testa al cavo.
O forse ricordo male.. :D
Avatar utente
FrancoGual
Moderatore
 
Messaggi: 22
Iscritto il: 12 novembre 2012, 14:20

Advertisement

Re: come misurare l'impedenza di un cavo coassiale?

Messaggioda elpapais » 4 luglio 2013, 15:00

Te la butto li ma prendila con le pinze...
Un cavo ha si una sua impedenza ma ha anche un angolo minimo di curvatura che se superato altera l'impedenza stessa.
Per misurare l'impedenza o meglio tu la vuoi calcolare quindi non puoi usare tester ma misuratore a ponte e un accopiatore direzionale:
Immagine
Comunque se tu vuoi misurare il cavo perche' presumi sia mal fatto, Tagli un pezzo di cavo accordato alla frequenza di trasmissione di un TX e tramite il Tx, un swr e un carico fittizzio logicamente con le stesse impedenze ottieni swr 1:1 nel caso che tutti abbiano la stessa impedenza, altrimenti ottieni valori sballati... in quel caso tramite formulozze ricavi l'impedenza.
skype: infoportal.it
Avatar utente
elpapais
Amministratore
 
Messaggi: 102
Iscritto il: 6 febbraio 2012, 23:05

Advertisement

Re: come misurare l'impedenza di un cavo coassiale?

Messaggioda elpapais » 4 luglio 2013, 15:32

Comunque l'impedenza e' sempre impedenza nominale e misurarla non e' da laboratorio habbistico anzi...
Non c'e' la classica formula P=V*I dato che bisogna aggiungere una serie di cause che determinano l'impedenza, oltre a conoscere determinate altre cose quali ad esempio il comportamento dei vari tipi di resistori.
se ad esempio come carico fittizzio uso una resistenza a filo la stessa resistenza si comporta come induttanza, se uso resistenze a strato metallico ho comunque dei distirbu analoghi a quella a filo, il carico fittizzio deve essere fatto con resistori a carbone.
Se non ho una resistenza da 50 o 75 ohm e la faccio mettendo serie e paralleli i terminli delle resistenze stesse vanno a inficiare la misura.
Per non parlare dei connettori ai capi del cavo da misurare, come son stati montati gli stessi ecc ecc e logicamente la lunghezza del cavo che deve essere accordata alla frequenza che passa.
A questo proposito per accordare il cavo a 1KHz devi fare un cavo lungo 299792.457999999984 perche' se lo fai da 1 mt sei fuori adattamento e ricorda che piu' corto e' il cavo e piu' si accentua la perdita di segnale dei connettori quindi l'errore fondamentale che tu hai fatto e' non accordare il cavo...se lo facevi da 2,99792457999999984 metri di sicuro ti avvicinavi di piu'.... mi raccomando quando tagli il cavo sii preciso almeno al settima numero dopo la virgola..... :mrgreen:
skype: infoportal.it
Avatar utente
elpapais
Amministratore
 
Messaggi: 102
Iscritto il: 6 febbraio 2012, 23:05

Advertisement

Re: come misurare l'impedenza di un cavo coassiale?

Messaggioda maxmix69 » 4 luglio 2013, 18:29

FrancoGual ha scritto:Io sapevo che si chiama impedenza "caratteristica" e non nominale quella dei cavi .
Se non erro NE fece qualcosa ma usava mettere una resistenza in testa al cavo.
O forse ricordo male.. :D

Purtroppo io non conosco la differenza tra impedenza "caratteristica" e quella nominale di un cavo.

Quello che so io è questo: prendiamo in esame un cavo coassiale qualunque. Tale cavo avrà una capacità tra la garza e il centrale dipendente dalla sua lunghezza ed avrà una induttanza per esempio della sola calza o del solo centrale pure dipendente dalla sua lunghezza, a patto di tenerlo diritto. Il rapporto tra L e C è quindi costante, indipendentemente dalla lunghezza del cavo. La radice quadrata di tale rapporto è l'impedenza del cavo. Tale impedenza è indipendente dalla frequenza, perchè la frequanza non rientra nella formula. Fin qui sono quasi certo di non sbagliarmi.

Ho qualche dubbio invece circa il valore di induttanza da considerare, nel senso che la misura della sola garza o del solo centrale praticamente ed ovviamente coincide. Se li metto in parallelo da entrambi i lati pure ovviamente coincide. Se li metto in serie collegandone le estremità l'induttanza cambia, se li metto in serie collegando le estremità opposte l'induttanza cambia ancora. Inoltre il generatore per "accorgersi" dell'induttanza ha bisogno che il cavo termini su un carico. Insomma... Sono assai confuso. Ho cercato qualcosa in rete ma non ho trovato nulla di chiaro al riguardo, molti parlano del ponte riflettometrico o di conoscere il tipo di isolante del cavo e di fare calcoli in base alle dimensioni fisiche.

P.S.: parlo di cavo non intestato ed ho preso in esame un pezzo di RG59 ed un pezzo di cavo TV per semplicità, ma io devo misurare un cavo DMX per sapere se mi hanno venduto un cavo qualsiasi o davvero un cavo da 120 Ohm. Il cavo in questione è 2 fili + schermo e deve essere 120 Ohm tra i due fili, non considerando lo schermo. Ma poi ci arrivo, vediamo se riesco ad imparare prima come si misura e se è possibile artigianalmente l'impedenza di un cavo.
maxmix69
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 30 gennaio 2013, 21:03

Advertisement

Re: come misurare l'impedenza di un cavo coassiale?

Messaggioda elpapais » 4 luglio 2013, 19:07

tu hai parlato di 1Khz...
non c'e' una sigla scritta sul cavo?
Il ponte riflettometrico non lo conosco ma dall'analisi delle parole presumo sia un misuratore della potenza riflessa...ergo un SWR ovvero quello strumento che colleghi tra tx e cavo di antenna e antenna che appunto misura le onde stazionarie e riflesse.
in sostanza se tu hai l'antenna (carico) oppure il carico fittizzio di impedenza corretta, il cavo della lunghezza accordata alla frequenza di trasmissione la potenza irradia dall'apparato trasmittente ti va tutta nell'antenna e viene trasmessa tutta...altrimenti hai una parte della potenza che puo' essere riflessa sull'apparato trasmittente ovvero ti ritorna sui finali causandone anche la distruzione.
Accorciare il cavo alla giusta lunghezza si chiama accordare l'antenna e impedisce la riflessione di onde dato che si ha il tx+cavo+antenna alla giusta impedenza.

altro stumentro ma piu' che a riflessione si usa dire a ponte sono gli strumenti a ponte che comparano dei valori conosciuti e precisi con l'elemento da testare.

sinceramente di piu' non so...
skype: infoportal.it
Avatar utente
elpapais
Amministratore
 
Messaggi: 102
Iscritto il: 6 febbraio 2012, 23:05

Advertisement

Re: come misurare l'impedenza di un cavo coassiale?

Messaggioda maxmix69 » 4 luglio 2013, 19:09

ok, grazie per adesso. Intanto sto continuando a studiare.
maxmix69
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 30 gennaio 2013, 21:03

Advertisement

Re: come misurare l'impedenza di un cavo coassiale?

Messaggioda elpapais » 6 luglio 2013, 11:48

Hai risolto?
se si potresti dire come?
skype: infoportal.it
Avatar utente
elpapais
Amministratore
 
Messaggi: 102
Iscritto il: 6 febbraio 2012, 23:05

Advertisement

Re: come misurare l'impedenza di un cavo coassiale?

Messaggioda FrancoGual » 6 luglio 2013, 15:34

Mi riferivo all'impedenza dichiarata dal costrutto e NON misurabile con alcun strumento rispetto a quella che deriva dalla capacità del cavo stesso e dalla sua lunghezza.
http://www.electroyou.it/vis_resource.p ... isp&id=143
Qui comunque c'è stata una risposta, non so se è quella che cerchi.
Oppure.
http://microwave.unipv.it/pages/misure_ ... M_cavi.pdf
Avatar utente
FrancoGual
Moderatore
 
Messaggi: 22
Iscritto il: 12 novembre 2012, 14:20

Advertisement

Re: come misurare l'impedenza di un cavo coassiale?

Messaggioda elpapais » 6 luglio 2013, 18:44

ho letto i due link e alla fine la mia teoria si avvalora.
Usando un Trasmettitore commerciale a frequenza 27MHz, usando un adattatore d'impedenza da 50 ohm a 120 ohm, un rosmetro, e una resistenza di carico in carbone da 120 ohm io dovrei leggere sul rosmetro 1:1,1 o 1,2 poiche' la linea e' bilanciata.
A questo punto devo farmi il cavo da testare e lo devo fare come se fosse un normale cavo di antenna.
Se l'impedenza del cavo e' 120 ohm tu avrai ros come se non stessi usando il cavo...praticamente devi leggere i valori di prima.Volendo potresti fare anche un pezzo di cavo da 50 ohm e vedi quanti ros hai per calcolo puoi estrarre anche il valore dell'impedenza del cavo qualora tu abbia ros.

Il pezzo successivo e' tratto da: http://www.associazionemarconi.com/rds/ ... azione.htm
BILANCIAMENTO DEL CAVO DI ANTENNA (il cavo da misurare)
Questa operazione in una normale installazione non è necessaria; per risolvere problemi specifici o per i puristi delle trasmissioni che vogliono ottenere il massimo dall'apparato, si può accordare il cavo di antenna per ottenere il massimo della potenza erogata verso l'antenna.
Dobbiamo introdurre un altro dato quindi, la velocità di propagazione della velocità della luce nel rame del cavo RG58 che ha un fattore di 0,66.
Quindi prendiamo la lunghezza d'onda nel centro banda di 11,035 Mt. Moltiplichiamo per 0,66 ed il risultato è di 7,28 cm. Questa misura addizionata a multipli sarà la lunghezza del cavo utilizzabile, per questioni di praticità è uso comune andare per multipli di 44 cm. circa.
Non a caso i cavetti di prolunga per inserire nella linea di trasmissione ROSmetri o amplificatori lineari, sono presenti in commercio nelle misure di circa 45 cm. o 90 cm.
Il cavo di antenna già incluso nella confezione delle antenne è infatti accordato misurando (nel caso di antenne per auto) circa 4,0 mt (9 volte 45 cm.), se vorrete quindi tagliarlo, attenzione ai multipli di 45!
skype: infoportal.it
Avatar utente
elpapais
Amministratore
 
Messaggi: 102
Iscritto il: 6 febbraio 2012, 23:05

Advertisement

Prossimo


  • Advertisement

Torna a Elettronica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

  • Advertisement
cron