Indicatore di Umidità

Stampa
( 0 Votes ) 
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Categoria: Elettronica
Data pubblicazione
Scritto da Flash Visite: 3089

Indicatore di Umidità

Per chi non possiede il pollice verde e si dimentica spesso di bagnare piante e fiori.Se tra le vostre conoscenze c’e’ qualche persona che ama fiori e piante ma non e’ capace di tenerle in vita perche’ spesso si dimentica di bagnarle, vi propongo questo utile gadget che segnala, tramite l’accensione di un led, che e’ ora d’annaffiarle.
Il circuito e’ semplicissimo, usa un inverter Schmitt-trigger (nel mio caso SMD da una sola porta) ma si puo’  usare anche un integrato DIL, inizialmente ho provato con questo schema:
giardiniere

Componenti:


R1, R5: 1k Ω
R2: 100k Ω
R3: 22k Ω
R4: 5.6k Ω
C1, C2: 100µF elettrolitico, 16v
Q1, Q2:  BC548
LED

ma ho constatato che e’ inusabile se si vuole alimentarlo a batteria dato che consuma troppo (il mio prototipo consuma piu’ di 20mA a riposo) e la batteria durerebbe pochissimo, quello che vi propongo invece consuma solo 1mA con led spento e 8mA con led acceso.
Constatato il consumo eccessivo, ho rammentato d’aver progettato anni fa qualcosa di simile cioe’ un rivelatore di pioggia e ne ho derivato lo schema attuale.
Ho calcolato il resistore del led per un’alimentazione di 9V, ma sul secondo print ho anche disegnato il posto per 1 o 2 celle al litio da 3V (dipende dall’integrato che userete e dalla luminosita’ desiderata per il led, se non volete usare un transistor per aumentarne la corrente), chi desidera usare queste batterie dovra’ solo ricalcolare il valore del resistore che pilota il led, l’integrato che ho usato io puo’ erogare solo 10mA che a me bastano dato che il led rosso si vede benissimo anche con questa poca corrente.
Volendo ridurre ulteriormente i consumi, si possono usare i led a basso consumo oppure, se si decide d’usare un integrato che include piu’ di una porta, si potrebbero usare le porte libere per realizzare un oscillatore per far lampeggiare il led, molto difficile invece  e’ ridurre ulteriormente il consumo a led spento.
I puntali vanno infilati nel terriccio del vaso da monitorare, consiglio d’usare acciaio inossidabile per evitare ossidazioni.
+ 

+

Qui sotto potete scaricare i master del circuito

umidimetro.zip